Home > Distillati > Amari > Florio

Florio

Florio

Florio è un innovatore per tradizione che rivela un mondo inaspettato, un artigiano contemporaneo dall’anima intensa, insolita e preziosa. Vini di altissimo rango da assaporare in più occasioni, liquorosi, passiti e spumanti da riscoprire come aperitivo, da dessert e da meditazione. Nata nella “fascia del sole”, zona espressione di un delicato rapporto tra microclima, vigna e terreno, Florio è un’Azienda che negli ultimi due secoli ha maturato un’esperienza unica, grazie al rispetto della tradizione, alla cura del dettaglio e a innovative visioni. Una linea di prodotti fortemente legata ai territori di origine e presentata in una veste moderna. Un marchio che trasmette sensazioni forti, grazie anche ai racconti affascinanti legati alla nascita di un prodotto storico, di una famiglia eccezionale e dei suoi molteplici interessi. Una ricerca continua della qualità operata attraverso la scelta dei frutti migliori, una lavorazione attenta e innovativa con l’obiettivo di creare prodotti ricchi di sensazioni calde come le terre da cui nascono. Zone strategiche vocate per produzioni inimitabili. Una strategia indirizzata per definizione all’eccellenza, una filosofia aziendale che cura da quasi due secoli la qualità dei particolari. Fu Vincenzo Florio ad avviare la produzione nel 1833, costruendo a Marsala le splendide cantine in pietra di tufo che ancora oggi evocano lo spirito imprenditoriale e la passione della famiglia che reinventò la Sicilia, dandole un volto e un’anima moderni. I Florio, famiglia di imprenditori illuminati, dimostrarono una lungimiranza fuori del comune, diversificando i propri interessi e gestendo in proprio una lunga serie di attività commerciali, tra le quali vanno ricordate: le tonnare, la compagnia di navigazione, le fonderie e la fabbrica di ceramiche. Il mito Florio si consolidò anche attraverso la creazione della gara automobilistica che ancora oggi porta il loro nome, la Targa Florio. Tornando alla produzione di marsala, nel 1832 Vincenzo Florio acquistò un terreno, in un tratto di spiaggia situato fra i bagli di Ingham e di Woodhouse, ed è lì che vennero costruite – in pietra di tufo e legno - le Cantine Florio. Lo stabilimento suscitava grande ammirazione ed accentuò il carattere industriale della città di Marsala, che diventò una delle città più ricche della Sicilia. Eppure, i primi anni delle cantine Florio furono duri: nessun utile e poche prospettive. Florio poté resistere grazie alla sua tenacia e al potenziale finanziario di cui poteva disporre. Ma prima di potersi affermare, con la creazione di altri depositi in Italia e Francia , il marsala Florio dovette attendere almeno vent’anni, cioè fino al 1855, anno in cui si videro i primi profitti. Da allora e fino al 1861 per il marsala Florio fu una continua ascesa. Nelle cantine esistevano allora 14 tettoie lunghe dai 160 ai 214 metri, alcune delle quali si possono ammirare ancora oggi, sotto le quali si allineavano botti su tre file, le une sulle altre, per vari metri di altezza. Nel 1904 Florio costituì, insieme con altri otto capitalisti e commercianti marsalesi, la S.A.V.I. – Società Anonima Vinicola Italiana – che, nel 1924 passò sotto il controllo della Cinzano che, nel 1928, acquistò anche la Woodhouse e la Ingham – Whitaker. Durante i bombardamenti dell’aviazione alleata – nel corso della II Guerra Mondiale - le cantine Florio furono gravemente danneggiate e i lavori di ricostruzione post-bellica furono lenti e faticosi. Dal 1984 fino ai primi anni ’90 le cantine furono ristrutturate accuratamente, per riportarle all’antico splendore. Nello stesso tempo, il marsala conobbe una rinascita commerciale, dovuta anche alla vendita in “bottiglie originali” che, gradualmente, soppiantarono la vendita in fusti. Da allora, il nome Florio è diventato un sinonimo di marsala e la fama dell’azienda è cresciuta costantemente in campo internazionale. Nel gennaio 1998 la ILLVA S.p.A. acquisisce il controllo dell’intero pacchetto azionario della S.A.V.I. Florio, di cui già possedeva il 50 ed inizia così una nuova fase della vita aziendale, nel corso della quale vengono apportati importanti e positivi cambiamenti in termini di gestione aziendale, che porteranno il marchio Florio di nuovo ai vertici del mercato. Le Cantine Florio, costruite nel 1832 da Vincenzo Florio, sono un luogo in cui è possibile non solo fare un tuffo nella storia ma anche entrare in un mondo artigianale e contemporaneo dall’anima intensa, insolita e preziosa, dove tradizione e innovazione si fondono creando una realtà dal fascino unico. Lo storico Baglio, affacciato sul mare, accoglie il visitatore con i suoi rigogliosi giardini mediterranei ricchi di luce e di colori. Le Cantine, con il caratteristico pavimento in battuto di tufo e le imponenti navate a sesto acuto, custodiscono nelle storiche botti i pregiati vini Florio, che trovano qui la perfezione del tempo e dell’attesa. Un mondo da scoprire grazie anche alla Sala di Degustazione Donna Franca Florio, una Sala innovativa creata per offrire allo spettatore una suggestione attraverso i profumi e i sapori dei vini Florio, e alla nuovissima Enoteca Florio.

Indietro

Amaro della compagnia Florio

Amaro della compagnia Florio

  • Produttore Florio
  • Paese Italia
  • Distillato di
  • Gradazione
  • Tipologia Amari
  • Annata
  • Capacità 70cl

Maggiori informazioni