Home > > Asiago

Asiago

Asiago

Ingredienti

Procedimento
L’Asiago DOP è un formaggio prodotto con latte vaccino in due tipologie, fresco o pressato (con latte intero) e stagionato o d’allevo (con latte parzialmente scremato). Il gusto dell’Asiago stagionato è deciso e variamente saporito a seconda dell’invecchiamento; il tipo fresco, invece, presenta un sapore meno deciso, più morbido, dolce e delicato. L’Asiago DOP viene prodotto nelle province di Vicenza e Trento ed in due zone confinanti delle province di Padova e Treviso. Prodotto caratteristico, l’Asiago DOP è stato ed è il formaggio ovviamente più diffuso e consumato nell’area di produzione tutelata dal marchio DOP, dove la sua richiesta è radicata nelle abitudini delle famiglie per antica consuetudine. Nella zona che gli dà il nome, l’Altopiano dei Sette Comuni, fertilissimo e con un ottimo pascolo, intorno all’anno 1000 si produceva un gustoso formaggio ricavato dal latte delle pecore che si spostavano da una zona all’altra dell’acrocoro. Intorno al 1500, con il passaggio dallo sfruttamento alla cura dei prati da taglio, le pecore lasciarono il posto ai bovini. Durante il dominio della Serenissima molte testimonianze definiscono Asiago come sede di un’importante fiera di lane e formaggi “e che ivi da tutte le montagne circonvicine a quei luoghi si conducono in grandissima copia...”. Di pari passo il latte vaccino si sostituì a quello ovino e nacque la tecnica casearia che ancora oggi si conserva nelle malghe dell’altopiano e che, con la mediazione della moderna tecnologia, si è trasferita anche nei piccoli e medi caseifici disseminati nella zona di produzione, alcuni dei quali nati e cresciuti al tempo dell’emigrazione dai Sette Comuni a causa della prima guerra mondiale. L’Asiago più antico, più vicino all’austera tradizione dei casari del luogo, è certamente quello d’allevo, le cui forme vengono tagliate solo dopo mesi di stagionatura, variamente fragrante a seconda della lavorazione e della maturazione. Negli anni ‘20 è iniziata invece la produzione di un formaggio Asiago a più breve stagionatura, chiamato Asiago pressato poiché le forme appena prodotte vengono sottoposte ad una pressatura sotto torchi manuali od idraulici. Si tratta di una variante tecnologica che veniva già adottata nelle malghe o alpeggi soprattutto nel primo periodo di monticazione del bestiame. Questo prodotto “nuovo” ha incontrato il gusto del consumatore moderno che privilegia i gusti dolci e morbidi. La fabbricazione dell’Asiago, prevalente alla fine del XIX secolo sull’altopiano omonimo, a poco a poco si estese anche nella parte pedemontana, nelle zone di pianura limitrofe ed anche nelle vicine malghe trentine. Certo è, però, che chi vuole ancora ritrovare il sapore menzionato dai malghesi non fa troppa fatica: gratificato anche da un marchio a fuoco, si ritrova quel glorioso Asiago d’allevo che sa competere con i più famosi formaggi stagionati della gastronomia internazionale. L’Asiago DOP fresco si conserva meno di quello d’allevo, pertanto si consiglia di consumarlo più velocemente, anche utilizzandolo in cucina. In casa si mantiene non più di 8-10 giorni. Ai fini di una corretta conservazione, la fetta dell’Asiago deve essere tagliata perfettamente, avvolta in pellicola alimentare e tenuta a temperature di 8-9 °C. L’Asiago d’allevo si conserva anche un mese, purché collocato in un ambiente idoneo. L’Asiago fresco può essere consumato da solo, oppure tagliato a cubetti in insalata, a lamelle sulle uova fritte, nella pasta al forno, nelle pizze rustiche. La sua delicatezza richiede vini delicati, bianchi freschi o rosati morbidi. L’Asiago d’allevo si presta al “fine pasto” abbinato a frutta fresca. Lo stravecchio è idoneo da grattugia. Abbinameti enologici: con l'Asiago Pressato si consigliano vini delicati come il Soave, la Ribolla Gialla e il Locorotondo. L'Asiago D'Allevo Mezzano si accompagna ai vini bianchi ben caratterizzati come il Pinot Bianco dell' alto adige, la Nosiola trentina , il Tocai. le forme più invecchiate si abbinano con il Pinot nero e il Cabernet Veneto, al Teroldego Rotaliano

da abbinare a...

Pinot Bianco Schulthauser St.Michael-Eppan

Pinot Bianco Schulthauser St.Michael-Eppan

  • Produttore St. Michael-Eppan
  • Regione Trentino
  • Tipologia Vino bianco
  • Annata
  • Capacità 75 cl
  • Vitigno Pinot Bianco 

Maggiori informazioni

Pinot Nero Franz Haas

Pinot Nero Franz Haas

  • Produttore Franz Haas
  • Regione Trentino
  • Tipologia Vino rosso
  • Annata
  • Capacità 75 cl
  • Vitigno Pinot Nero  

Maggiori informazioni

Nosiola Pisoni

Nosiola Pisoni

  • Produttore Pisoni
  • Regione Trentino
  • Tipologia Vino bianco
  • Annata
  • Capacità 75 cl
  • Vitigno Nosiola 

Maggiori informazioni

Friulano Villa Russiz

Friulano Villa Russiz

  • Produttore Fondazione Villa Russiz
  • Regione Friuli
  • Tipologia Vino bianco
  • Annata
  • Capacità 75cl
  • Vitigno Tocai Friulano 

Maggiori informazioni

Teroldego Masi

Teroldego Masi

  • Produttore Masi agricola
  • Regione Veneto
  • Tipologia Vino rosso
  • Annata
  • Capacità 75cl
  • Vitigno Teroldego Veneto 

Maggiori informazioni

Pinot nero Sudt Abbazia di Novacella

Pinot nero Sudt Abbazia di Novacella

  • Produttore Abbazia di novacella
  • Regione Trentino
  • Tipologia Vino rosso
  • Annata
  • Capacità 0.75 L
  • Vitigno Pinot Nero  

Maggiori informazioni

Sfursat Rainoldi

Sfursat Rainoldi

  • Produttore Rainoldi
  • Regione Lombardia
  • Tipologia Vino rosso
  • Annata
  • Capacità 0.75 cl
  • Vitigno Nebbiolo Lombardia 

Maggiori informazioni

En

En

  • Produttore 6 Mura
  • Regione
  • Tipologia Vino rosso
  • Annata
  • Capacità
  • Vitigno

Maggiori informazioni

Est Est Est Villa Puri

Est Est Est Villa Puri

  • Produttore Villa Puri
  • Regione
  • Tipologia Vino bianco
  • Annata
  • Capacità
  • Vitigno Malvasia Trebbiano 

Maggiori informazioni

Domaine de la romanée-Conti

Domaine de la romanée-Conti

  • Produttore Domaine de la Romanée-Conti
  • Paese Francia
  • Tipologia Vino rosso
  • Annata varie anna
  • Capacità 0,75
  • Vitigno Pinot Nero  

Maggiori informazioni

Morellino di scansano roggiano Cantina Cooperativa Vignaioli del Morellino di Scansano

Morellino di scansano roggiano Cantina Cooperativa Vignaioli del Morellino di Scansano

  • Produttore Cantina Cooperativa Vignaioli del Morellino di Scansano
  • Regione Toscana
  • Tipologia Vino rosso
  • Annata
  • Capacità 0.75
  • Vitigno Alicante Sangiovese Toscana 

Maggiori informazioni

Morellino di scansano roggiano biologico Cantina Cooperativa Vignaioli del Morellino di Scansano

Morellino di scansano roggiano biologico Cantina Cooperativa Vignaioli del Morellino di Scansano

  • Produttore Cantina Cooperativa Vignaioli del Morellino di Scansano
  • Regione Toscana
  • Tipologia Vino rosso
  • Annata
  • Capacità 0.75
  • Vitigno Alicante Sangiovese Toscana 

Maggiori informazioni

Natale 2016

Natale 2016

  • Produttore Natale 2016
  • Regione
  • Tipologia Cesti/confezioni natale
  • Annata
  • Capacità
  • Vitigno

Maggiori informazioni

Cesto1

Cesto1

  • Produttore Natale 2016
  • Regione
  • Tipologia Cesti/confezioni natale
  • Annata
  • Capacità
  • Vitigno

Maggiori informazioni

Cesto2

Cesto2

  • Produttore Natale 2016
  • Regione
  • Tipologia Cesti/confezioni natale
  • Annata
  • Capacità
  • Vitigno

Maggiori informazioni

Cesto3

Cesto3

  • Produttore Natale 2016
  • Regione
  • Tipologia Cesti/confezioni natale
  • Annata
  • Capacità
  • Vitigno

Maggiori informazioni

Cesto4

Cesto4

  • Produttore Natale 2016
  • Regione
  • Tipologia Cesti/confezioni natale
  • Annata
  • Capacità
  • Vitigno

Maggiori informazioni

Monfortino

Monfortino

  • Produttore Conterno Giacomo
  • Regione Piemonte
  • Tipologia Vino rosso
  • Annata 2010
  • Capacità
  • Vitigno Nebbiolo Piemonte 

Maggiori informazioni