Home > I vitigni autoctoni > Molise > Fiano Molise

Fiano Molise

Fiano Molise

Il vitigno Fiano è considertato tra i migliori vitigni a bacca bianca Italiani. Viene coltivato prevalentemente nella provincia di Avellino ma si è diffuso anche in Puglia e, recentemente, in Sicilia. Il nome Fiano sembra che derivi dal nome di una popolazione Ligure delle Alpi Apuane sopraffatta dai Romani e, migrate, nel secondo secolo a.C. in Campania. In questo esodo sembra abbiano portato con sè la vite Apuana, poi divenuta Apiano, poi Afiano e infine Fiano. Il vitigno Fiano è fin dall'800 documentato non solo in Irpinia ma anche nella provincia di Caserta, in Puglia e in Basilicata. Precedentemente era sicuramente diffuso anche nel resto della Campania. Per la presenza del Fiano in Puglia dobbiamo risalire a Carlo II d'Angiò che, intorno alla fine del 1200, fece importare da Cava dei Tirreni 16000 piante di Fiano verso Manfredonia. Probabile però la sua presenza in terra pugliese anche in epoche precedenti. Il Fiano, soprattutto il Fiano di Avellino, è un vitigno capace di dar vita a vini di grande complessità, finezza aromatica e capacità di invecchiamento. Solo negli ultimi anni si è puntato su una coltivazione concentrata esclusivamente sulla qualità e quindi si possono prevedere in futuro risultati ancora migliori dal punto di vista della produzione. Si presta ad un'ampia varietà di abbinamenti quali crostacei, pasta con le alici, formaggi a pasta molle, frutti di mare, spaghetti allo scoglio, carni bianche.

Indietro