Home > I vitigni autoctoni > Sicilia > Perricone

Perricone

Perricone

Il vitigno Perricone è un autoctono a bacca nera originario della Sicilia occidentale e fine Ottocento era il vitigno più coltivato nelle province di Palermo e Trapani (dove viene chiamato Pignatello) e lo si trovava anche nelle province di Caltanissetta e Agrigento. Il suo sinonimo Pignatello secondo alcuni deriva dalle “pignatidare”, le terre rosse alluminose del Trapanese, che venivano chiamate così perché impiegate per la fabbricazione delle pignatte da cucina. Questa tipologia di terreno è particolarmente vocata per il vitigno Pignatello, da cui il nome. Il vitigno Perricone viene utilizzato per la produzione del Marsala Ruby, grazie al quale ha trovato inizialmente grande sviluppo. Nella prima metà del Novecento, quando il consumo di Marsala è andato progressivamente riducendosi, la sua coltivazione si è ridotta a sua volta fino a subire un abbandono pressochè totale. Grazie alla perseveranza di viticoltori lungimiranti, il vitigno Perricone ha ritrovato la sua identità e la sua fama ed è inserito nei disciplinari delle Doc Contea di Sclafani, Delia Nivolelli, Eloro, Monreale, Marsala Rubino e in numerose Igt.

Indietro

Quater Rosso Firriato

Quater Rosso Firriato

Maggiori informazioni

Ribeca Firriato

Ribeca Firriato

  • Produttore Firriato
  • Regione Sicilia
  • Tipologia Vino rosso
  • Annata
  • Capacità 75cl
  • Vitigno Perricone Nero d'avola 

Maggiori informazioni