Home > I vitigni autoctoni > > Garganega

Garganega

Garganega

Il nome Garganega deriva dalla corruzione di Grecanico, nome con il quale si identifica il medesimo vitigno, coltivato in Sicilia. Le prime notizie della Garganega, varietà di lontana origine greca, risalgono al 1495, quando già si citava il vino da essa ricavato come prodotto pregiato del padovano e del bolognese. Veniva una volta distinta in “masculina” e “femmina”, espressioni di un’elevata variabilità intravarietale. La Garganega è coltivata nelle province di Vicenza, Verona e nell’area dei Colli Euganei, dove dà luogo a due DOC fondamentali: il Soave ed il Gambellara. Gambellara si trova allo sbocco della Vallata del Chiampo, dove si intersecano i territori periferici delle province di Vicenza e di Verona. Il terreno in collina è composto da rocce vulcaniche di tipo basaltico; il terreno superficiale proviene dalla degradazione fisica delle rocce sottostanti ed è dotato di fertilità naturale (potassio, magnesio) che dà all’uva quella ricchezza di zuccheri e sostanze aromatiche che si riscontrano poi nei vini. Gambellara, nome di origine Longobarda, fu un importante Castello del sistema difensivo sul confine Veronese. La Repubblica Serenissima, prima della definitiva assegnazione a Vicenza del 1858, suddivise il territorio in due distinti comuni sotto il dominio delle due Città.

Indietro

Vigneto Du Lot Inama

Vigneto Du Lot Inama

  • Produttore Inama Azienda Agricola
  • Regione Veneto
  • Tipologia Vino bianco
  • Annata
  • Capacità 75cl
  • Vitigno Garganega 

Maggiori informazioni

Bosco del Gal Custoza Tommasi

Bosco del Gal Custoza Tommasi

Maggiori informazioni

Soave classico Tommasi

Soave classico Tommasi

Maggiori informazioni

Vin Soave Inama

Vin Soave Inama

  • Produttore Inama Azienda Agricola
  • Regione Veneto
  • Tipologia Vino bianco
  • Annata
  • Capacità 75cl
  • Vitigno Garganega 

Maggiori informazioni